Chi di noi non si è mai posto l'emblematica domanda: "Da che momento inizia la copertura della mia assicurazione auto?". Probabilmente lo abbiamo fatto tutti ma siccome i dubbi rimangono, molti automobilisti spesso scrivono direttamente al Ministero dei Trasporti o alle agenzie provinciali della Motorizzazione per avere delucidazioni in merito. Da qui la determinazione di emanare una circolare che rimuova il campo da dubbi e interpretazioni fantasiose, perché se sfortunatamente un automobilista causa un sinistro e viene fuori che al momento dell'incidente la polizza RCA non è ancora entrata in vigore, i problemi possono essere seri.

A parte la multa salata e il probabile fermo amministrativo dell'auto, il responsabile dovrà indennizzare, di tasca propria, le persone e i veicoli coinvolti. Quindi, tornando alla circolare, l'intenzione è capire se, stando alle leggi in vigore, l'assicurazione RCA nei confronti di terzi inizia alle ore 24.00 del giorno in cui il contratto viene stipulato, oppure nel momento in cui l'automobilista paga il proprio premio assicurativo.

Data la difficoltà dell'argomento, il Ministero ha chiesto il parere dell'Ivass (ex Isvap), l'istituto di vigilanza sulle imprese assicuratrici. L'esito cui si è giunti non accontenterà tutti gli automobilisti. Secondo il ministero, le compagnie assicuratrici possono decidere autonomamente il momento in cui la copertura assicurativa ha validità, ma sempre in anticipo rispetto alle ore 24.00 del giorno del versamento del premio.

Questo vuol dire che dobbiamo stare attenti, perché in caso di controllo da parte delle Forze dell'Ordine, se sul talloncino non è precisata l'ora di decorrenza della polizza, automaticamente si considerano le ore 24.00 del giorno del pagamento del premio. Se invece il talloncino riporta un'ora specifica, allora si fa riferimento solo a quella per l'inizio della copertura assicurativa