La crisi ha lasciato in garage un numero sempre maggiore di veicoli, per i quali i proprietari non hanno potuto stipulare l'assicurazione auto. A causa dei rincari sulle polizze, infatti, molti automobilisti non riescono più a trovare un preventivo assicurazione adatto alla propria capacità di spesa.

Un bene per l'ambiente e per decongestionare il traffico urbano, si dirà. In un certo senso è vero, ma insieme alle polizze non rinnovate purtroppo cresce anche il fenomeno illegale della circolazione su strada senza il tagliando assicurativo. Secondo le ultime stime dell'Ania e dell'Aci, sarebbero oltre 4 milioni le auto sprovviste della copertura di responsabilità civile, con gravissime conseguenze in caso di sinistro. Un valido aiuto per risolvere questa piaga - anche se non il solo - può arrivare dalla stipula di un'assicurazione on line.

Le compagnie dirette (ovvero operanti solo sul web) propongono infatti prezzi inferiori rispetto a quelle tradizionali, grazie a una struttura organizzativa più snella e costi di gestione ridotti, derivanti principalmente dall'assenza di filiali sull'intero territorio nazionale. Sottoscrivere queste polizze consente di risparmiare anche fino a 300 euro all'anno, non poco in tempi così difficili, evitando così sia di rinunciare all'uso dell'auto sia di circolare infrangendo la legge.

Il taglio dei costi per l'Rc auto, poi, sarà ancora più efficace se prima dell'acquisto dell'assicurazione verranno confrontati più preventivi, alla ricerca di quello realmente più vantaggioso. Anche questa operazione può essere compiuta on line, su portali di comparazione specializzati e gratuiti, che aiutano anche ad eliminare eventuali coperture accessorie non necessarie e, di conseguenza, ad abbassare ulteriormente il prezzo.

Meglio approfittare dell'opportunità di risparmio che arriva dal web, dunque, soprattutto se si pensa che la multa in cui si incorre circolando senza tagliando è compresa fra 688 e 2775 euro e comprende il sequestro del veicolo. Inoltre, sarebbe sicuramente più gravoso - e non soltanto in termini economici - provocare un incidente quando non si è coperti dall'assicurazione. In caso di danni gravi a cose e persone, infatti, si può anche passare alla denuncia penale.