E' iniziata la stagione delle dichiarazioni dei redditi; nel Modello 730/2013 il contribuente può procedere anche alla detrazione dell'assicurazione auto, da quest'anno però qualcosa è cambiato a seguito della Riforma Fornero (legge n. 92/2012).

Infatti è in arrivo una sorpresa per circa 18 milioni di automobilisti: quando un automobilista firma un contratto di assicurazione auto stipula anche una polizza che comprende una quota a copertura delle spese per eventuali incidenti stradali, che viene versata direttamente al SSN e su cui è possibile ottenere una detrazione IRPEF al 19%.

Adesso però le cose sono cambiate: infatti a seguito dell'entrata in vigore della Riforma Fornero sono state introdotti dei cambiamenti a partire dal 2012. Ecco tutte le novità 2013 del Modello 730 riguardanti la detrazione dell'assicurazione auto.

La Riforma Fornero ha stabilito che la detrazione per l'assicurazione auto sarà possibile soltanto per la somma eccedente 40 euro. Quindi se il contributo SSN non supera questa cifra non sarà possibile ottenere nessuna detrazione IRPEF.

Ovviamente queste novità non hanno fatto piacere agli automobilisti; queste nuove regole introdotte dalla Riforma Forneroimplicano infatti che chi spende di meno non potrà avere diritto alla deduzione. Infatti, considerando che il contributo SSN è pari al 10,50% del premio RC Auto, supera la soglia di 40 euro soltanto chi supera la cifra di 380,92 euro di premio pagato.

Questo nuovo sistema di detrazione colpirà circa il 51% degli automobilisti, che si vedrà negato il diritto alla detrazione. Secondo i dati le regioni più colpite da Nord a Sud saranno: Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Campania, Calabria e Puglia. Ora gli automobilisti dovranno tenere conto dell'importo del contributo SSN, specificato nella polizza e nella quietanza di pagamento, e verificare se l'ammontare supera o meno i 40 euro. In caso affermativo, sarà necessario dedurre dal suo ammontare la franchigia di 40 euro per poter ottenere l'importo da dedurre.