Le brutte notizie per gli automobilisti italiani non finiscono mai. Il prezzo del carburante sempre più elevato, i premi assicurativi che paiono non diminuire mai e, ultima delle beffe, la detrazione dell'Rc auto che non spetterà più a tutti i contribuenti.

Nel nostro Paese, sono circa 18 milioni gli automobilisti interessati dal provvedimento della legge Fornero che prevede che la detrazione per l'assicurazione auto sarà possibile solo sulla parte eccedente i 40 euro. Se questa quota non viene superata, al contribuente automobilista, non spetterà più alcuna detrazione Irpef.

E' bene ricordare che, tra le detrazioni previste dal modello 730, c'è anche quella per l'assicurazione auto, ovvero quella parte di premio assicurativo che viene pagato dall'assicurato e viene versata direttamente al Servizio Sanitario nazionale al fine di coprire le spese per eventuali incidenti. Su tale somma, prima della legge Fornero, era possibile usufruire della detrazione del 19%.

D'ora in avanti quindi, saranno decisamente in numero minore gli automobilisti che potranno beneficiare di questo piccolo sconto sulle imposte da pagare in sede di dichiarazioni dei redditi. In particolare, le regioni più colpite dal provvedimento, saranno il Friuli Venezia Giulia e il Trentino - Alto Adige, la Campania, la Calabria e Puglia. In generale, circa il 51% dei 18 milioni di automobilisti del Bel Paese, perderà il diritto ad ottenere questa detrazione fiscale.

Se a questo aggiungiamo i recenti rincari dei pedaggi autostradali, ecco che, possedere un'automobile, diventa sempre più un lusso per gli italiani, alla faccia delle massicce campagne pubblicitarie organizzate dalle varie case automobilistiche per vendere il loro prodotto. E nel frattempo, lungo la Penisola, circolano sempre più biciclette.