Nel proprio comune di residenza è possibile richiedere il Certificato di Proprietà originale, e non solo, è anche possibile richiedere il certificato di proprietà provvisoria e dunque un certificato di circolazione anch'esso provvisorio.

Polizza provvisoria preventiva

Esistono diversi casi in cui si può avere la necessità di stipulare preventivamente una polizza di assicurazione auto con il certificato di proprietà originale, con l'atto di vendita autenticato ma non ancora trascritto. Tale documento è possibile richiederlo direttamente al proprio comune di residenza ed è possibile utilizzarlo come garanzia richiesta dall'agenzia assicurativa per poter assicurare il veicolo.

Il certificato offre la possibilità di circolare per 60 giorni con un veicolo intestato provvisoriamente a proprio nome, ma soprattutto di poter procedere anticipatamente con il contratto assicurativo. Infatti, questo documento ha la stessa validità di un normale CdP che lo sostituisce temporaneamente.

Se però alla scadenza del certificato di proprietà originale non si è riusciti ancora ad effettuare il passaggio di proprietà completo, si rischia una multa molto salata, in tal caso è necessario procedere in tempo al rinnovo del documento.

DA LEGGERE: Cambiando assicurazione si può davvero risparmiare?

E' inoltre consigliabile allegare una fotocopia del vecchio certificato di proprietà e il contratto di acquisto in modo da poter dimostrare anche alle forze di polizia di essere completamente in regola e per non perdere tempo con controlli vari.

Infine, per quanto riguarda il passaggio completo della proprietà è possibile risparmiare un po' di denaro. Per far questo è consigliabile recarsi direttamente al PRA con i seguenti documenti:

● Libretto di circolazione e relativa fotocopia di tutte le facciate

● Certificato di Proprietà originale con autentica di firma eseguita

● 2 Fotocopie della carta d'identità e codice fiscale dell'acquirente

● Modello TT2119

In ogni caso, è sempre meglio informarsi preventivamente attraverso l'IVASS, o meglio ancora, tramite la propria agenzia assicuratrice di fiducia, magari proprio quella che dovrà assicurare il veicolo.

Passaggio di Proprietà Provvisorio e Completo/ Definitivo - Approfondimento

Talvolta sentiamo questi termini e non conosciamo esattamente il loro significato. Cerchiamo di spiegare in maniera chiara e dettagliata cos'è un passaggio di proprietà provvisorio e cos'è un passaggio di proprietà definitivo

Un passaggio di proprietà provvisorio si verifica in tutti quei casi in cui la vendita del mezzo che si intende acquistare non è stata perfezionata in maniera definitiva. Per poter circolare con un mezzo che presenta questo status giuridico, l'acquirente interessato dovrà chiedere il rilascio da parte del proprio Comune di Residenza di un certificato provvisorio di circolazione.

Passaggio di proprietà provvisorio e conseguenze giuridiche

Quando non siamo ancora proprietari del veicolo in maniera definitiva, la legge italiana ci consente comunque di poter circolare provvisoriamente con il mezzo che intendiamo acquistare. In pratica abbiamo la possibilità di circolare con un mezzo di cui non siamo ancora proprietari a tutti gli effetti per 60 giorni e non solo, possiamo anche sottoscrivere una polizza specifica per questo genere di situazioni transitorie.

Attenzione ad un punto assai delicato della faccenda: qualora non riuscissimo a completare il passaggio di proprietà entro i due mesi dal rilascio del certificato di circolazione provvisoria potremmo incorrere in multe salatissime. E' sempre comunque possibile richiedere il rinnovo del periodo provvisorio all'autorità competente.

Passaggio Completo di Proprietà e/o Definitivo

Il passaggio completo di proprietà di un veicolo si conforma in maniera definitiva quando la cessione del mezzo è perfezionata da un contratto che prova in maniera inequivocabile il passaggio di proprietà, e dunque, nel caso di un autoveicolo la trascrizione dell'atto relativo alla compravendita del bene presso un apposito registro.

Dobbiamo inoltre sapere che è possibile risparmiare tempo e denaro se si sta facendo un passaggio completo di proprietà, basta rivolgersi al PRA in possesso dei seguenti documenti:

● Libretto di circolazione e fotocopia

● Certificato di Proprietà originale con firma autentica

● 2 Fotocopie della carta d'identità e codice fiscale dell'acquirente

● Modello TT2119

Passaggio di Proprietà Veicolo Usato

Nel caso di un passaggio di proprietà che coinvolge un veicolo usato, il potenziale acquirente ha l'onere di autenticare la firma del venditore sull'atto di vendita entro sessanta giorni dalla firma autentica del venditore.

Sarà poi compito dell'acquirente registrare il passaggio di proprietà all'unità territoriale ACI - Pubblico Registro Automobilistico (PRA), che rilascerà il certificato di proprietà definitivo in formato digitale, infine lo stesso soggetto dovrà richiedere l'aggiornamento della carta di circolazione all'ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC).