Con l'introduzione nel Codice delle assicurazioni private del nuovo art. 170-bis, vengono abolite le clausole di tacito rinnovo del contratto di assicurazione obbligatoriadella responsabilità civile per veicoli a motore e natanti. il contratto di RC auto non potrà avere una durata maggiore a 12 mesi e non potrà essere implicitamente rinnovato alla scadenza. Eventuali clausole che contrastano con le nuove disposizioni saranno nulle, per avvantaggiare l'assicurato.

In altre parole, per i contratti RC Auto, non dovrete più notificare una disdetta alla vostra agenzia di assicurazione; il contratto viene stipulato ogni volta ex novo e ha la durata di un anno; ciò vale a dire che ogni anno potete cambiare assicurazione.

C'è da dire anche la tolleranza di 15 giorni dallo scadere del RC auto permetteva all'assicurato di giovare della copertura assicurativa pur in assenza del pagamento del premio, senza incorrere in alcuna multa. La recente riforma del 18 ottobre 2012, che ha introdotto l'art. 170-bis al D.lgs. 209/2005 (codice delle assicurazioni private), ha cambiato questa regola, chi sarà trovato senza copertura assicurativa, anche durante il "vecchio" periodo di franchigia dei 15 giorni, subirà una sanzione di 798 euro e il sequestro immediato del veicolo finalizzato alla confisca.

Questa norma ha l'obiettivo di aumentare la mobilità dei consumatori tra le diverse assicurazioni, alla ricerca delle migliori condizioni. Ogni consumatore, con l'abolizione del tacito rinnovo, dovrà decidere annualmente quale assicurazione sottoscrivere, senza il rischio di sentirsi dire che il contratto è già rinnovato. Questo spingerà da un lato le compagnie di assicurazione a fare prezzi migliori per trattenere la clientela esistente.