Che cosa cambia dal 2013 per il bollino blu, per l'Rc auto e gli aggiornamenti della carta di circolazione? Il Decreto Semplificazioni ha stabilito alcune significative novità per gli automobilisti. Andiamo quindi a vedere quali sono le novità introdotte da questo provvedimento.

Le novità relative al Bollino Blu

Partiamo dal bollino blu auto, che sarà rinnovato contestualmente alla revisione dell'auto: la prima volta dopo 4 anni dall'immatricolazione dell'auto e poi ogni 2 anni. Inoltre non sarà più obbligatorio esporre il bollino blu sul parabrezza.

In pratica, con il Decreto si è uniformata la normativa fra la revisione ed il bollino blu, così come le sanzioni previste che sono passate da 159 euro a 639 euro.

Che cos'è il bollino blu?

In particolare il bollino blu auto serve ad attestare che il veicolo, a seguito del controllo dei gas di scarico, risulti perfettamente in regola con i limiti fissati dalla legge sulle emissioni inquinanti.

Molto importante in questi casi è la periodicità con cui deve essere eseguito il controllo dei gas di scarico, al quale dovrà seguire anche la revisione periodica della vettura. Quest'ultima dovrà essere effetttuara ogni 2 anni per tutti quei veicoli che hanno più di 4 anni, mentre per quanto concerne i veicoli nuovi dopo 4 anni dalla data di immatricolazione e successivamente ogni 2 anni.

Quanto costa la revisione auto con controllo del gas di scarico?

Se ti stai chiedendo quanto costa la revisione auto comprensiva di controllo del gas di scarico, devi sapere che il costo del bollino blu auto e moto è compreso nella revisione auto. Per capire il costo effettivo del bollino blu non ti resta quindi che consultare le tariffe applicate dai centri autorizzati per eseguire la revisione auto.

A questo proposito, devi sapere che è possibile effettuare questo tipo di revisione anche presso alcuni centri convenzionati con l'ACI. Inoltre, potresti ottenere un certo tipo di risparmio su questa procedura rivolgendoti alla Motorizzazione Civile, dove non spenderai più di 45 euro (revisione + bollino blu).

Per chi vuole rivolgersi ai centri convenzionati ACI o ad altre officine basterà prendere appuntamento. Se invece preferisci recarti in Motorizzazione, tieni da conto che ci vorrà un po' più di tempo per ottenere il bollino e la revisione. Dovrai infatti farne richiesta compilando il modulo TT2100 da ritirare agli sportelli.

Non è necessario dare disdetta della polizza assicurativa

Tra le novità introdotte quest'anno vi è anche quella sull'abolizione dell'obbligo di effettuare la disdetta delle propria polizza auto con un preavviso di almeno 15 giorni.

In altre parole, l'automobilista sarà libero di cercare un'offerta rc auto più conveniente alla propria compagnia fino al giorno di scadenza del suo contratto assicurativo.

Il contratto base della RC

La nuova normativa prevede inoltre delle variazioni anche per quanto riguarda il contratto base RCA. In seguito a un accordo fra i rappresentanti dell'Isvap, dell'Anapa e delle Associazioni dei consumatori, è stato deciso che i contratti assicurativi delle RC auto avranno delle caratteristiche uguali, in modo da permettere agli utenti di poter effettuare una comparazione più agevole.

La Carta di Circolazione dev'essere rinnovata

Infine, nel caso in cui i veicoli vengono utilizzati per un periodo maggiore di 30 giorni da un soggetto diverso dal proprietario, è stato stabilito l'obbligo di aggiornare la carta di circolazione. Sono esclusi dal rinnovo solo i componenti del nucleo familiare, purché siano conviventi.