Un modo intelligente per risparmiare sui costi dell'assicurazione auto auto e salvaguardare l'ambiente è quello di acquistare automobili a basse emissioni come quelle a metano, gpl o elettriche.

Dal 1º gennaio sono inoltre entrati in vigore i nuovi incentivi statali previsti dal decreto sviluppo ed erogati dal Ministero dello Sviluppo economico: i fondi messi a disposizione dallo Stato ammontano a 120 milioni di euro fino al 2015 e grazie ad essi è possibile ottenere un risparmio anche del 20% per un massimo di 5.000 euro sul prezzo della vettura sopratutto se si tratta di quelle meno inquinanti come le auto elettriche.

Chiunque fosse interessato ad usufruire del bonus destinato alle auto elettriche può ottenere tutte le informazioni necessarie consultando il sito del governo dedicato, dove sono presenti tutte le informazioni ed i requisiti necessari per poter accedere al finanziamento.

Fanno parte della categoria delle auto a bassa emissione non solo i veicoli alimentati ad energia elettrica, ma anche quelli a metano, biometano, gpl, biocombustibili o idrogeno. Infatti grazie a questo tipo di automobili è possibile ridurre le emissioni di sostanze inquinanti come co2, partivolato, zolfo ecc, il Ministero ha stilato una classifica in base alle emissioni e gli incentivi vengono erogati in base ad essa.

L'immatricolazione di questi veicoli ecologici però deve essere fatta il trentesimo giorno dopo l'entrata in vigore del decreto attuativo, che ad oggi è in corso di emanazione. Dal Ministero hanno infatti precisato che la data è stata posticipata rispetto a quanto avevano previsto inizialmente a causa delle nuove disposizioni contenute nella legge di stabilità, che è stata approvata lo scorso 21 dicembre.