Rimangono tempi duri per chi si trova a stipulare qui in Italia un'assicurazione Rc Auto. I dati sui prezzi delle assicurazioni, messi a confronto con quelli del resto d'Europa, non fanno infatti fare una bella figura al Belpaese.

A rivelare i dati allarmanti sull'ammontare delle assicurazioni è stato il Corriere della Sera che ha pubblicato un'indagine svolta dall'Istituto tedesco Qualità e finanza. Un'indagine che tra i vari punti toccati, raccontava anche il divario tra le Rc auto italiane e quelle europee.

I tedeschi, in quanto a costi per la responsabilità civile automobilistica, se la passano molto bene: i dati parlano infatti di una spesa media di 240 euro all'anno per assicurare il proprio veicolo. Una cifra decisamente irrisoria, se paragonata a quelle che spendiamo in Italia.

Infatti, nonostante la scelta tra le varie compagnie assicurative italiane permetta un risparmio relativo consistente sia stipulando una polizza tradizionale, sia rivolgendosi a quelle online, il costo medio per un italiano che assicura la propria vettura viaggia dagli oltre 500 euro del Nord Italia fino alle cifre spropositate che si riscontrano nel meridione: un guidatore napoletano spende in media 1.500 euro all'anno, una situazione insostenibile che spinge sempre più guidatori del Sud verso le assicurazioni contraffatte, ovviamente più convenienti.

Proprio sulle polizze false, l'Ivass, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, ha lanciato più volte l'allarme, segnalando sul suo sito quali sono le compagnie fasulle che vendono assicurazioni false e invitando gli automobilisti a preferire una reale tutela ad una protezione inesistente in nome del risparmio.