Il costo delle assicurazioni auto diventa sempre più ingente, e numerosi nuclei familiari si vedono sempre più costretti ad accantonare la propria vettura per via di prezzi eccessivamente elevati e non più alla portata delle proprie finanze.

Ad aggravare il tutto il fatto che ad un incremento delle polizze abbia fatto seguito, in questi anni, una crescita minima del livello di retribuzioni mensili, con conseguente assottigliamento del reale potere d'acquisto detenuto dalle famiglie.

Stando tuttavia ad un recente studio condotto in Italia, la maggior parte degli automobilisti potrebbe risparmiare sino a 500 euro per vettura se solo spendesse una considerevole porzione del proprio tempo per confrontare le varie offerte e valutare quale, tra le tante, possa essere maggiormente adeguata alle proprie esigenze.

In considerazione di ciò appare utile proporre una guida, una sorta di vademecum comprensivo di cinque utili consigli per risparmiare considerevoli quantità di danaro:

  1. Confronto sistematico: esistono moltissimi portali che consentono di confrontare innumerevoli compagnie di assicurazione in modo tale da trovare la polizza più economica ed in grado di soddisfare le proprie esigenze: è sempre consigliato confrontare più offerte tra loro e non fermarsi alla prima anche se dovesse apparire vantaggiosa;
  1. Capillare valutazione delle offerte online: molto frequentemente è possibile sottoscrivere delle polizze assicurative in rete risparmiando sino al 70%; è dunque consigliabile abbandonare la propria compagnia di fiducia andando alla ricerca di altre e possibilmente più allettanti offerte;
  1. Attenta valutazione della composizione dei pacchetti offerti: molto spesso i pacchetti preconfezionati contengono servizi che potrebbero non interessare per nulla alla clientela (per esempio l'assistenza stradale 24/24); è dunque consigliabile valutare attentamente ed optare sempre per la ricezione di un preventivo dettagliato, dal quale poter poi escludere i servizi accessori (ed in genere molto costosi) ai quali non si è interessati;
  1. Attenta valutazione riguardo l'effettivo utilizzo che si fa della propria vettura: esistono numerose polizze assicurative temporanee, dalla durata approssimativa di 1-2 mesi, ed altre che subordinano l'effettivo importo da pagare parametrandolo al chilometraggio totale. Queste soluzioni risultano ottimali per gli utenti che utilizzano per brevi periodi la propria vettura, o che pur usandola con frequenza fanno spostamenti brevi e limitati quantitativamente;
  1. Valutazione delle disposizioni di legge: stante il disposto della legge Bersani, i neo-patentati che stipulino polizze per la prima volta possono avere accesso alla classe di merito di un proprio parente piuttosto che partite dalla canonica classe 14, cosa che consente un risparmio molto ingente in termini di esborso economico.