Buone notizie per gli automobilisti: in questo 2013 i prezzi dell'assicurazione auto potrebbero calare sensibilmente. Ad affermarlo è Claudio Demozzi, presidente del Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione (Sna), secondo il quale è probabile che le tariffe scendano dato il generale miglioramento nei conti delle imprese assicuratrici. Merito, in parte, anche delle liberalizzazioni attuate dal governo Monti negli scorsi mesi, che hanno aumentato la concorrenza in questo mercato.

In particolare, nel ramo Rca il loss ratio (il rapporto sinistri su premi) è sceso dal 62.3% al 56.6%. "Siamo in attesa dei dati relativi all'intero 2012, per una definitiva conferma di questo trend positivo - spiega Demozzi -. In tal caso, ci attendiamo un realeraffreddamento delle tariffe Rca in Italia che, con il volano della libera concorrenza conseguente ai provvedimenti di liberalizzazione del governo Monti (DL 179/2012), dovrebbero permettere alle famiglie un risparmio effettivo rispetto a quanto speso lo scorso anno per l'assicurazione auto".

A riconoscere il cambiamento in atto nel settore assicurativo è anche l'Ania (Associazione Nazionale Fra Le Imprese Assicuratrici), in passato molto critica sulle posizioni dello Sna. Per l'Ania, si legge in una nota, "il calo è dovuto ad un miglioramento della gestione tecnica, alla diminuzione della frequenza sinistri e al riequilibrio progressivo del settore, che ora è più esposto alla concorrenza". Ora gli italiani, dopo anni di pesanti rincari in ambito Rca, aspettano con ansia che quanto previsto dagli organismi del settore si concretizzi.