Buone nuove per il mondo delle assicurazioni, ma soprattutto per tutti quelli che ne stipuleranno di nuove. Con l'approvazione della Legge Crescita 2.0 - sarebbe il Decreto Legge sullo Sviluppo - verrà attivata una norma che consentirà di ridurre i prezzi delle polizze grazie al principio della concorrenza. Quindi, le tariffe che riguardano la responsabilità civile potranno vedere un brusco calo a tutto vantaggio dei consumatori. Inoltre questo decreto prevede una maggiore chiarezza sui costi e trasparenza sugli accordi. Maggiore flessibilità del lavoro degli agenti, pertanto, significa concorrenza e risparmio per i consumatori.

Qual è il principio del Decreto?

Sarà possibile la collaborazione degli intermediari che prima era vietata dai "cartelli" delle compagnie assicuratrici. A tutti i consumatori potranno essere venduti dei pacchetti su misura con grande libertà di scelta da parte dell'agente. Quindi l'intermediario potrà godere di una libertà maggiore che prima non gli era consentita, perché vincolato appunto dai diktat dei gruppi delle assicurazioni.

Cosa potranno fare gli intermediari?

Praticamente potranno decidere come, con chi, quando e perché, collaborare con altri intermediari. Quindi maggiore flessibilità di mercato per gli agenti assicurativi, maggiori opportunità di offerte competitive per i consumatori. Liberando quindi gli intermediari dalle pastoie delle compagnie, il nuovo decreto permetterà un'autonomia decisionale unica. Inoltre si riconosce il ruolo dell'intermediario a cui è data la facoltà di gestire la copertura dei rischi in totale indipendenza, con criteri imprenditoriali e con chiarezza di tariffe e provvigioni per i consumatori.