Un mercato, quello delle rc auto, che si guadagna spesso le pagine dei quotidiani per delle notizie che non fanno contenti i consumatori. L'Rc auto è obbligatoria per legge, ma non è una prodotto standard, bensì vi sono parecchie peculiarità che ne fanno un servizio da acquistare con prudenza.

In primis bisogna considerare il massimale della polizza che entra in gioco nel caso di danneggiamento a terzi. La copertura deve coprire eventuali danni procurati a terzi se no si rischia di intaccare il proprio patrimonio. Verificare con attenzione che la polizza non preveda la possibilità di rivalsa in caso di guida in stato di ebbrezza, con patente scaduta o con le cinture di sicurezza non allacciate.

La polizza Rc auto è modulabile per l'età. E' il caso della "guida esperta" che vincola l'uso dell'auto a conducenti che abbiamo una certa età (23-26 anni solitamente) con patente rodata da almeno due anni. Altra mossa per preservare il portafoglio è quella di scegliere polizze che prevedano la riparazione dell'automezzo presso carrozzerie convenzionate. In questo caso il pagamento è diretto e non si fa fronte ad uscite di denaro a meno che non ci sia una franchigia.

Altra opportunità è quella di installare il box satellitare in vettura che funziona da antifurto e salvavita. In questo caso l'auto viene utilizzata con un codice personalizzato, così la probabilità di furto diminuisce e in caso di guasto o incidente si viene localizzati immediatamente e la centrale operativa invia i soccorsi.

Non basta soltanto consultare internet e valutare le polizze meno care, ma anche conoscere la legge può giocare a favore del consumatore. Chi acquista un' auto nuova o usata può stipulare la polizza beneficiando della classe di merito più favorevole prelevandola dal veicolo precedente di sua proprietà o di un componente della famiglia.

Sempre conoscendo i meccanismi è possibile recuperare la classe di bonus dopo aver provocato un incidente con colpa. In questo caso, il cliente, in fase di rinnovo polizza, tramite l'agente po' far richiesta alla Consap (concessionaria servizi assicurativi pubblici) dell'importo del sinistro, pagarlo e rientrare nella classe di bonus.

Oggi, internet e i media, permettono di scegliere e confrontare prodotti e servizi. Scegliere l'Rc auto migliore per se stessi può significare risparmiare centinaia di euro l'anno, non male di questi tempi.