Altro che prezzi dell'assicurazione auto: il caro carburanti continua ad attanagliare gli automobilisti, soprattutto quelli italiani; dall'Inghilterra, però, arriva una scoperta che potrebbe cambiare le abitudini di molti. Alcuni ingegneri inglesi della Air Fuel Synthesis hanno progettato una tecnologia in grado di separare il diossido di carbonio dall'aria e trasformarlo in carburante sfruttando l'elettricità. Gli ingegneri, utilizzando questo nuovo metodo, sono riusciti a creare a produrre 5 litri di benzina in meno di tre mesi in una piccola raffineria di Stockton-on-Tees, nel Teesside.

L'ambizioso progetto punta a produrre oltre una tonnellata di benzina al giorno entro due anni, oltre alla costruzione di una raffineria entro i prossimi 15 anni ; dall'azienda sostengono che questa nuova forma di energia rinnovabile potrebbe definitivamente risolvere il problema della crisi energetica. Stephen Tetlow, capo esecutivo della IMechE, Institution of Mechanical Engineers, ha dichiarato: "E' troppo bello per essere vero, ma lo è. Questa scoperta ha il potenziale per diventare un grande successo della storia Britannica ed apre alla possibilità cruciale di ridurre le emissioni di carbonio. Inoltre offre l'opportunità di ridurre la nostra esposizione ad un mercato sempre più volatile globale dell'energia".

I vantaggi del progetto, se confermato, sarebbero notevoli sotto molti punti di vista; primo tra tutti lo scarsissimo impatto ambientale, ma anche un notevole risparmio da parte dei consumatori visto che il carburante prodotto potrebbe essere tranquillamente usato come combustibile per autovetture.