Il mercato dell'auto, come si sa, è in forte crisi e a influenzare il trend negativo sono anche il caro assicurazioni e benzina. Federconsumatori, a tal proposito, ha dichiarato che ''purtroppo i dati relativi al pessimo andamento del mercato dell'auto non ci sorprendono. […]. Il drammatico crollo del 20% va di pari passo con l'aumento esponenziale dei costi di mantenimento di un'automobile, divenuti ormai proibitivi''. Ad incidere su tale andamento sono soprattutto i prezzi dei carburanti, ma anche le assicurazioni non sono da meno''.

Inoltre, Federconsumatori ha reso noto che: ''il costo complessivo per il mantenimento di un'automobile di media cilindrata nel 2012 e' di 4.628 euro, ben il 15% in piu' rispetto allo scorso anno, pari a +588 euro''. E' quanto emerge dallo studio effettuato dall'Osservatorio Nazionale Federconsumatori, secondo cui ''se a tale cifra si aggiungono le spese per il bollo, il costo di acquisto (redistribuito su 10 anni) ed il costo dei mancati interessi sul capitale utilizzato per l'acquisto dell'auto (calcolato sempre per 10 anni) emerge che, complessivamente, nel 2012, il costo annuo di un'automobile ammonta a 7.073 euro''.

Per l'associazione, infine, "si fa sempre più urgente un intervento del Governo per la diminuzione delle accise sui carburanti e per l'incremento della competitività nel settore delle assicurazioni (non dimentichiamo che dal 2001 queste ultime sono cresciute del +109%!). Inoltre - conclude - è urgente che il Governo disponga misure per rilanciare il potere di acquisto delle famiglie, ormai ridotto ai minimi storici"'.