I costi dell'assicurazione auto, come si sa, sono diventati proibitivi per milioni di cittadini italiani, specialmente in alcune aree dello Stivale come la regione Campania. Sembra che molte compagnie per non far assicurare clienti potenzialmente "a rischio" propongano dei premi assolutamente folli.

Per dare l'idea dell'atteggiamento di alcune compagnie basti pensare che a Napoli un contraente tipo paga diverse centinaia di euro in più rispetto a un suo omologo di Torino. Un 18-enne partenopeo, per la copertura di responsabilità civile su un'auto di cilindrata da 1.300 cc può pagare anche oltre 5 mila euro.

Una situazione inaccettabile che ha indotto l'Isvap a multare un totale di 13 imprese del settore per complessivi 14 milioni di euro. Dopo la marcia indietro sulla polizza unica per Nord e Sud, non si vedono comunque spiragli che portino a un abbassamento dei costi di polizza per alcune parti della Penisola.