Il presidente dell'Aci Angelo Sticchi Damiani, in un'intervista all'Ansa ha dichiarato di aver lanciato una nuova idea al Governo in materia di Rc auto, proprio nel periodo in cui il Parlamento sta esaminando la riforma del codice della strada. La proposta è quella di una sorta di ''patente per livelli'', cosi' come gia' accade per le moto.

Damiani pensa in particolare ai giovani: ''E' vero - precisa - che già oggi esiste la norma che vieta ai neo-patentati di guidare nel primo anno vetture con cilindrate elevate, ma poi si può passare ad auto più veloci senza problemi. Invece è necessaria una sorta di formazione obbligatoria, per renderli più consapevoli dei pericoli e coscienti nella guida. L'ideale - spiega Sticchi Damiani - sarebbe seguire un corso di guida sicura. Anche per limitare l'ecatombe delle stragi del sabato sera''.

Non c'è solo la patente a livelli tra le novità importanti che, secondo Sticchi Damiani, potrebbero essere inserite nel nuovo codice della strada: "'Oltre allo sconto fino al 20% delle multe se vengono pagate entro 5 giorni con un sistema veloce, si sta discutendo - rivela all'Ansa il presidente dell'Aci - anche della possibilità di graduare le sanzioni in funzione della gravità delle infrazioni, della frequenza e dell'effettiva pericolosità del comportamento del guidatore. Inasprendo per esempio quelle legate a comportamenti particolarmente pericolosi come il mancato rispetto delle regole di precedenza, l'omesso rispetto della distanza di sicurezza, l'eccesso di velocità".