Si discute da tempo sull'introduzione del contrassegno elettronico per l'assicurazione auto (è fra l'altro previsto dal recente Decreto Liberalizzazioni). Non mancano le polemiche tra compagnie e clienti e, in generale, tra chi considera la pratica utile o meno. Ma andiamo a vedere come funziona il meccanismo nel dettaglio.

Quando il cliente sottoscriverà una nuova polizza Rc Auto, gli verrà consegnata una card su cui saranno memorizzati tutti i dati per la verifica dell'assicurazione e quelli del veicolo. Questo perché, spesso, in Italia vengono stipulate polizze addirittura per vetture inesistenti, in modo da incassare risarcimenti fasulli.

Inoltre il dispositivo, grazie alla comunicazione via radio, potrà confermare alla centrale operativa la validità della copertura assicurativa e l'avvenuto pagamento del premio. Il rinnovo della polizza, potrà essere effettuato comodamente da casa o tramite gli sportelli bancomat.

Qualora si dovessero riscontrare anomalie nella corrispondenza tra assicurazione e veicolo, il terminale invierà un messaggio alla centrale, che in caso di sospetto avvertirà le forze dell'ordine preposte ai controlli.