La questione del caro assicurazione auto ha fatto molto discutere negli ultimi mesi, soprattutto dopo la clamorosa marcia indietro del Governo Monti sulla questione della tariffa unica Rca per tutto il Paese. Come si sa, infatti, esistono differenze di premio significative a seconda che si risieda in Piemonte piuttosto che in Campania: in questo caso, i cittadini partenopei arrivano a pagare fino al triplo rispetto ai loro omologhi sabaudi.

Per cercare di arginare questo scandalo è intervenuto il comune di Napoli attraverso un'importante proposta: una convenzione tariffaria per i residenti "virtuosi" che hanno versato (loro o un familiare) nei tempi dovuti la Tarsu del 2010, in omaggio al principio che "essere corretti conviene". Per usufruire delle tariffe scontate il capoluogo campano ha messo a disposizione un sito internet attraverso il quale ci si può comodamente prenotare attraverso l'indirizzo : http://www.rcanapoli.it/.

Il comune di Napoli ha avviato trattative con varie compagnie, anche se per ora la firma della convenzione è arrivata solamente dalla britannica ConTe.it. Tale polizza sarà attivabile dal prossimo mese di luglio, avrà una fase sperimentale di un anno e sarà limitata alle sole automobili per uso privato. Inoltre, per partecipare alla sperimentazione è necessaria una preiscrizione (non impegnativa per l'automobilista).

Non trattandosi di una convenzione esclusiva, l'obiettivo del comune di Napoli è quello di stipulare accordi con più compagnie per fornire ai cittadini diverse alternative. L'accordo, avendo il fine di abbassare le tariffe Rca, prevede regole tese a limitare il gonfiarsi di spese accessorie come l'installazione scatola nera e la riparazione diretta dell'autoveicolo in officina convenzionata.

Abbassare il prezzo polizza, quindi, è possibile anche a Napoli soprattutto grazie all'introduzione della scatola nera, che può anche permettere la ricostruzione delle dinamiche dei sinistri, tutelando i guidatori corretti dall'essere danneggiati da comportamenti fraudolenti, peraltro spesso accompagnati da false testimonianze.

Infine, la convenzione prevede chiaramente che la compagnia si impegni a praticare tariffe scontate e a gestire le pratiche con diligenza e tempestività, mettendo a disposizione dell'assicurato, in caso di sinistro, un consulente dedicato.