Mantenere una vettura è cosa sempre più onerosa. A pensare all'innovazione, al risparmio di carburante e alla riduzione di emissioni di CO2 fu, per prima, la Toyota, quando nell 1997 commercializzò la Prius. Oggi si contano ben 2,6 milioni di queste vetture nel mondo per tre generazioni.

Toyota, non sta arrestando la produzione di veicoli ibridi, Al contrario, la casa giapponese, è intenta a perfezionare la tecnologia ibrida e ad "aggredire" il mercato con nuovi modelli: scendono in campo la nuova Yaris Hybrid, di cui abbiamo già parlato, e la tanto attesa nuova Prius+. Quest'ultima vettura è il primo full hybrid sette posti in vendita in Europa equipaggiato con batteria agli ioni di litio, compatta e dal peso di soli 34 chili (otto in meno della Prius).

La Prius+ sarà in vendita a partire da questo mese in Italia e sarà disponibile in due allestimenti: Active e Lounge, che costeranno rispettivamente 30.400 e 32.000 euro. Il lancio della Prius+ sancisce anche la nascita di una nuova famiglia Prius, una sorta di brand nel brand che dopo l'estate verrà completata dalla nuova Prius plug-in. In Europa, dove quest'anno il marchio si aspetta di vendere 115mila auto ibride, gli ordini della Prius sette posti hanno già raggiunto quota 4mila al punto che, in vista della fine del 2012, la Toyota stima di consegnarne 13mila unita', che diventeranno 20mila fino a giugno 2013. Un bello "schiaffo" alla crisi del mercato auto.