I costi relativi all'assicurazione auto, si sa, stanno toccando delle vette mai raggiunte in Italia. Gli automobilisti sono scoraggiati e, in molti casi, si circola addirittura senza polizza. In particolar modo, usare la macchina senza assicurazione sembra essere pratica assai diffusa nella città di Napoli, anche perché nel capoluogo campano le tariffe Rca sono di gran lunga le più elevate d'Italia.

A questo proposito gli ultimi numeri resi noti dalll'Isvap (l'istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private) parlano chiaro: tra la metropoli partenopea e la sua provincia sono ottocentomila gli autoveicoli immatricolati privi della copertura assicurativa, ovvero un quarto del totale nazionale. Numeri sconfortanti che dovrebbero far pensare le compagnie e il mercato dell'auto in generale.

Girare senza assicurazione non è solo illegale e pericoloso ma comporta anche oneri non trascurabili che, alla fine, vanno a ricadere sui cittadini. Si pensi che la stessa Isvap ha dichiarato: "Con il fondo di garanzia per le vittime della strada sono state risarcite nel 2010 oltre quattordicimila persone coinvolte in incidenti, provocati da automobilisti senza assicurazione. E il 40 per cento dei sinistri si sono verificati a Napoli e provincia". Uno scenario da incubo, quindi, quello delle strade italiane.