I costi dell'assicurazione auto, si sa, stanno toccando vette stellari. Chi possiede un'auto storica, però, può usufruire di numerosi vantaggi. In Italia le auto storiche devono essere registrate all'Asi (Automotoclub storico italiano), che nel nostro Paese è ambasciatore di Fiva (Féderation Internationale des Véhicules Anciens), l'associazione a capo dei vari club europei.

Prima che la propria vettura d'epoca possa essere iscritta alle liste dell'Asi, è necessario fare riferimento ad uno dei tanti club presenti sul territorio, che avrà il compito di valutare le caratteristiche dell'auto per poi presentare la richiesta di inserimento al registro dell'Asi.

Quando si ottiene il certificato di auto d'epoca, si potrà usufruire di particolari assicurazioni auto dedicate esclusivamente ai veicoli d'epoca. Il risparmio economico sull'Rca di base è, di norma, notevole. Altro sconto di cui possono beneficiare i proprietari di auto storiche è il bollo auto, nettamente inferiore agli standard basati sui cavalli fiscali.

Ricordiamo che non tutte le compagnie prevedono, tra i loro prodotti, l'assicurazione per auto storiche. Inoltre, è sempre consigliabile confrontare le assicurazioni on line per cercare di risparmiare sulla polizza (i prezzi, molte volte, sono di centinaia di euro inferiori rispetto a premi tradizionali). Alcune delle compagnie dirette che hanno prodotti dedicati alle auto storiche sono: Reale Mutua e Direct Line.