Il fenomeno della contraffazione dell'assicurazione auto è una vera e propria piaga in Italia. I nuovi dati Isvap usciti nella giornata di ieri non sono, in questo senso confortanti. L'istituto, infatti, segnala la commercializzazione di polizze Rc Auto false intestate a Capital Assicurazioni Spa, una compagnia che, oltretutto, non è abilitata per operare nel nostro Paese.

Inoltre, i gravi fatti di contraffazione non sembrano essere limitati al caso Capital Assicurazioni. L'Isvap ha reso noto casi di commercializzazione, principalmente nella regione Campania, di polizze Rc Auto contraffatte intestate alla compagnia Arisa Assurance Sa. Si tratta di una società che ha sede in Lussemburgo e che, essendo stata abilitata da poco ad operare in Italia, ha dichiarato che fino al 29 febbraio scorso non aveva alcun cliente in portafoglio. Impossibile, quindi, che siano state stipulate polizze autentiche prima di tale data dalla compagnia, come invece è avvenuto.

L'Isvap, poi, rende nota una segnalazione riguardante casi di commercializzazione di polizze Rc Auto intestate a Egida, compagnia non autorizzata ad operare in Italia. Bisognerà accertare e approfondire la questione. Infine, l'istituto ha denunciato anche la commercializzazione di assicurazioni auto contraffatte dal nome Probus Insurance Company Europe Ltd, una società irlandese con sede legale a Dublino, abilitata ad operare su suolo italiano ma limitatamente a polizze riguardanti rischi derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore.

Se a Napoli il 40% dei guidatori circola senza il tagliando Rc Auto e se si aggiungono i dati e le segnalazioni sopra citati, si capisce bene come in Italia la situazione del settore sia una vera e propria giungla. Prima di sottoscrivere un'assicurazione auto, quindi, si consiglia di controllare le credenziali e le caratteristiche dell'intermediario, onde evitare spiacevoli sorprese.