Installare un antifurto sulla propria automobile può, sicuramente, aiutare a risparmiare sull'assicurazione auto. Normalmente, si ha la possibilità di scegliere tra vari tipi di antifurti disponibili oggi sul mercato, che si distinguono in: meccanici, elettronici e satellitari. Se le prime due tipologie non sono molto calcolate dalle compagnie assicurative, la terza può aiutarci ad ottenere un premio Rca 2012 più basso. Ma come funzionano questi sistemi satellitari?

I sistemi di sicurezza satellitari usano la modalità Gps, la stessa utilizzata da molti cellulari, e sono dei veri e propri localizzatori di posizione. Attraverso questa tipologia di antifurto auto si è in grado di di ricevere un allarme e, nello stesso tempo, inviarlo a una centrale operativa. Ma come funziona esattamente l'antifurto, è invasivo per la vettura?

L'antifurto satellitare per auto è dotato di sensori, quasi sempre volumetrici che provvedono a inviare il segnale a una centralina, di dimensioni ridotte, sita in un punto nascosto del veicolo. Questa invierà il segnale di pericolo al proprietario e alla centrale operativa funzionante 24 ore su 24 e che smisterà il segnale alle forze dell'ordine. Inoltre, alcuni antifurti satellitari provvedono al blocco dell'autovettura attraverso un "imobilizer" a macchina ferma, oppure all'attivazione del clacson o di una sirena, quando il veicolo è in movimento. Le assicurazioni auto apprezzano questo tipo di sistema di sicurezza ma quali sono i modi per risparmiare sull'Rca 2012?

Diverse assicurazioni auto, dispongono che il premio assicurativo corrisposto per il furto sia scontato di una certa somma. Possiamo affermare che, in genere, il capitale risparmiato copre i costi, in qualche anno, delle spese legate all'installazione dell'apparecchio e all'abbonamento alla centrale operativa. Bisogna, però, fare attenzione all'altra faccia della medaglia quando si decide di acquistare un antifurto del genere. Il cliente deve sempre leggere con molta attenzione tutte le clausole e postille legate al contratto assicurativo. Molte compagni, infatti, possono richiedere per il pagamento del furto, la "prova certa" che l'impianto sia efficiente, che sia attivo il contratto con una centrale operativa o che al momento del furto la zona in cui si trovava l'autovettura fosse realmente coperta da segnale Gps. Infine, segnaliamo che può essere prevista anche una franchigia superiore al 20% per il furto dell'automobile.