È arrivato il giorno cruciale per la mediazione civile per le liti relative all'assicurazione auto e quelle di condominio. Oggi, 21 marzo, entra in vigore l'obbligatorietà della mediazione civile anche per tutte le cause legate alle controversie di condominio e agli incidenti stradali. La norma, entrata in vigore l'anno scorso, con l'ingresso anche delle questioni in materia di condominio e di risarcimento danni, diventa pienamente attuativa. L'attuazione della norma per questi due settori, infatti, è stata differita di un anno a causa della ferma opposizione del mondo dell'avvocatura.

A un anno di distanza dalla sua entrata in vigore la mediazione civile obbligatoria torna ancora a far discutere. Il dibattito, che ha visto contrapporsi i suoi sostenitori (mediatori e Governo) e i suoi detrattori (gli avvocati), si è riacceso con l'avvicinarsi della scadenza del rinvio per le liti condominiali e di assicurazione auto. Tutto il mondo dell'avvocatura, infatti, ha manifestato, in una lettera al presidente del Consiglio, la sua ferma opposizione alla norma, giudicata anti-costituzionale.

Dalla parte dei sostenitori, invece, Giovanni Pecoraro, presidente nazionale dell'Anpar, l'Associazione nazionale per l'arbitrato e la conciliazione, ieri ha affermato: "Da domani si compirà un nuovo e decisivo passo verso una Giustizia più efficace e quindi più vicina alle esigenze dei cittadini. La mediazione, considerati i suoi tempi rapidi e i suoi costi contenuti, rappresenta davvero uno strumento e una risorsa per il nostro sistema giudiziario ormai al collasso. Non a caso, il ministro Severino, nonostante le ripetute azioni di protesta dell'Organismo Unitario dell'Avvocatura, non ha concesso proroghe all'estensione dell'entrata in vigore dell'obbligatorietà del tentativo di conciliazione per le liti condominiali e le controversie relative agli incidenti stradali". In polemica con gli avvocati, Pecoraro ha aggiunto: "La mediazione non è nemica dell'avvocatura. Rappresenta piuttosto, per gli avvocati un valore aggiunto e per i giovani professionisti, che soffrono maggiormente le conseguenze della crisi, un interessante e nuovo sbocco professionale".

Oggi, proprio in occasione della piena entrate in vigore della norma, a Bari, presso l'hotel Excelsior, a partire dalle 16, si tiene un convegno in cui si parlerà appunto di mediazione civile e in cui si farà anche un bilancio sul primo anno. Intanto i dati di Unioncamere parlano di un bilancio in attivo di 83 mila procedimenti, che hanno coinvolto circa 3.800 persone. Gli accordi col mediatore si sono conclusi in media in 56 giorni, contro i 1.032 delle normali procedure giudiziarie.