Assicurazione auto: lo Sna a favore del plurimandato

-

Lo Sna si dichiara favorevole all'opzione del plurimandato per aumentare la concorrenza nel settore dell'assicurazione auto

immagini

Assicurazione auto: lo Sna dice ok al plurimandato Assicurazione auto. Foto: morguefile.com

Le novità del decreto liberalizzazioni sull’assicurazione auto hanno suscitato più voci di polemica che di consenso. Claudio Demozzi, da gennaio presidente dello Sna, il Sindacato nazionale agenti di assicurazione, ha invece mostrato di essere favorevole alle norme introdotte dal decreto, per cercare di favorire la libera concorrenza nel settore dell’assicurazione auto .

Lo Sna, prima dell’intervento del Governo in materia, aveva denunciato la staticità del comparto assicurativo e, come sottolineato da Demozzi, da almeno 10 anni chiedeva “la liberalizzazione della distribuzione professionale delle polizze assicurative”. Dopo i provvedimenti del 2006 e 2007, con l’allora ministro Bersani,  che avevano cercato di contrastare lo strapotere delle compagnie assicurative senza però raggiungere i risultati sperati, ora l’articolo 34 del decreto Monti, con l’incentivazione dell’agente plurimandatario, sembra voler proprio favorire la concorrenza nel mercato e il conseguente abbassamento dei prezzi dei premi assicurativi.

Come evidenziato dall’Isvap, in Italia i primi cinque gruppi operanti nel ramo danni controllano il 70% del mercato, per cui le tariffe delle polizze Rca per gli italiani sono il doppio di quelle di Francia e Germania. A questo proposito Demozzi ha sottolineato: “La forza contrattuale delle imprese oggi in Italia è tale che, sebbene sia stato vietato il rapporto di esclusiva, quasi il 70% degli agenti opera come monomandatario”. Anche se sembra essere difficile imporre l’obbligo del plurimandato, secondo il presidente Sna, “la legge potrebbe consentire al distributore di collocare al cliente anche il prodotto distribuito da un altro agente, lui sì legato da esclusiva. Così si arriverebbe rapidamente a una pluriofferta, con effetti di compressione dei costi a favore della clientela”.

Per lo Sna, quindi, il plurimandato potrebbe essere una buona soluzione per diminuire il costo dell’assicurazione auto. Gli agenti Sna, inoltre, si sono dimostrati favorevoli anche alla scatola nera, ma solo per la rilevazione dei dati dei sinistri, mentre si sono detti contrari ad un uso invasivo della registrazione. Infine hanno sottolineato come i costi di installazione e disinstallazione della scatola nera non debbano in alcun modo gravare in alcun modo sugli automobilisti.

TAG preventivi rca, assicurazioni auto on line

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento