Uomini e donne sono uguali, almeno quando si tratta del premio assicurativo. Il fatto di essere uomo o donna non potrà più essere un fattore legittimo per determinare la valutazione del premio dell'assicurazione auto. A partire da ieri le compagnie assicurative non potranno più tener conto del sesso degli automobilisti come fattore differenziale per l'assegnazione dei premi dell'assicurazione auto e dovranno adeguarsi al provvedimento preso dalla Corte di Giustizia dell'Unione Europea uniformando, nell'arco di un anno, i prezzi delle polizze Rc auto ed eliminando qualunque distinzione tra uomini e donne.

Il primo marzo di quest'anno, infatti, la Commissione aveva stabilito l'invalidità della deroga alla legislazione Ue in materia di parità di trattamento, che autorizzava gli Stati membri a mantenere differenze nei premi assicurativi e nelle prestazioni individuali tra uomini e donne: con questa sentenza, in pratica, la Commissione ha voluto abolire ogni discriminazione legata al genere nei premi dell'assicurazione auto, perché questa pratica sarebbe in contrasto con il principio di uguaglianza sancito dal diritto dell'Unione europea. La responsabile della Giustizia Rendig ha precisato che la commissione si preoccuperà di sorvegliare con attenzione il comportamento delle compagnie assicurative, che dovranno quindi attenersi alla sentenza. Per determinare la classe di rischio di un automobilista, quindi, non si potrà più usare il genere, ma soltanto gli altri fattori di rischio come l'età, l'esperienza di guida, gli incidenti causati e così via.

Questo provvedimento, che pur vuole prendere posizione a favore del diritto di parità tra i sessi, potrebbe avere degli effetti negativi sul mercato dell'assicurazione auto sia per le compagnie sia per gli automobilisti. I primi, infatti, non potendo più usare il genere come fattore differenziante, perdono un utile criterio di valutazione della sinistrosità; inoltre, l'adeguamento del prezzo dei premi potrebbe portare a un generale aumento dei prezzi dell'assicurazione auto per tutti. Questa sarebbe una conseguenza molto negativa per tutti coloro che possiedono un'automobile, perché si tratterebbe dell'ennesimo aumento dell'assicurazione auto, già arrivata a prezzi spropositati e difficili da sostenere.

Per chi dovesse sottoscrivere un'assicurazione auto il consiglio è quello di osservare attentamente il mercato, soprattutto quello delle assicurazioni on line. Un confronto tra le varie compagnie assicurative, infatti, può permettere di non buttare via i propri soldi e di trovare l'assicurazione più conveniente e adatta alle proprie esigenze. Per fare ciò il servizio di SuperMoney può essere molto utile perché compara le offerte di molte società assicurative sul mercato.