Il 15 dicembre l'Istat ha reso noti i dati riguardanti l'indice NIC (Indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività) relativi al mese novembre, dai quali è emerso che i prezzi dell'assicurazione auto e, più in generale, tutte le spese connesse con il mantenimento dell'auto sono aumentati rispetto allo stesso periodo del 2010. L'indice NIC viene pubblicato dall'Istat ogni mese e viene calcolato prendendo in considerazione l'intera popolazione presente sul territorio italiano e l'insieme di tutti i beni e i servizi che vengono acquistati dalle famiglie.

Questo indice considera tutti i consumatori italiani come un unico insieme omogeneo e serve per misurare l'inflazione dell'intero sistema economico nazionale. Per questo è un importante indicatore per il Governo per la progettazione delle politiche economiche.

Il centro studi SuperMoney ha elaborato alcuni dati basati sulla rilevazione dell'indice NIC ISTAT, che evidenziano le variazioni dell'indice generale dei prezzi (rispetto a dicembre 2010) per le diverse componenti del 'costo auto' presenti nel paniere di riferimento del NIC. Per l'acquisto di automobili nuove Diesel l'aumento è stato del +2.5%, per le automobili nuove Benzina del +2.2%; il costo del trasferimento di proprietà auto ha registrato un grosso incremento (+50.2%) dovuto all'aumento dell'imposta di trasferimento stesso introdotto ad ottobre. Aumenti si sono avuti anche nelle spese di esercizio mezzi di trasporto (+9.8%) tra cui: pezzi di ricambio e accessori per mezzi di trasporto privati (+5.0%), carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati (+18.1%),in particolare per il Gasolio (+23.9%), manutenzione e riparazione mezzi di trasporto privati (+4.4%). Per quanto riguarda l'assicurazione auto di mezzi privati l'aumento è stato del 7,2%.

Nel settore auto i prezzi sono cresciuti in modo consistente rispetto a novembre 2010 e hanno pesato in modo notevole sulle tasche degli italiani. A confermare questa tendenza ci sono anche le informazioni che arrivano dal XIX Rapporto Aci-Censis "Automobile 2011", che evidenziano come i rincari sull'assicurazione auto e sui carburanti nel 2011 abbiano spinto gli italiani a utilizzare sempre meno l'auto, e i dati provenienti dal Centro Studi Auto Aziendali che hanno rilevato come questo sia il Natale più costoso degli ultimi 20 anni per il settore dell'assicurazione auto, i cui aumenti hanno toccato il +487,4%.

Considerati i sostanziosi costi di mantenimento dell'auto, gli automobilisti possono cercare di risparmiare sull'assicurazione auto affidandosi al confronto tra le varie offerte di compagnie assicurative. Il sito di SuperMoney, a questo proposito, permette di comparare le offerte di assicurazioni auto tradizionali e assicurazioni on line di molte società assicurative, permettendo a ciascuno di trovare la più conveniente e adatta per sé.