Le polemiche riguardo i prezzi troppo alti dell'assicurazione auto in Italia si susseguono una dietro l'altra, così, nei giorni precedenti l'approdo del movimento napoletano "Mò Bast!" a Bruxelles per protestare contro gli ingiusti rincari nell'assicurazione auto al Sud rispetto al Nord, un altro appello per segnalare il problema della Rc auto nel nostro Paese è arrivato dall'eurodeputato della Lega Nord Claudio Morganti.

Nel suo intervento di qualche giorno fa in aula a Strasburgo, in uno scambio di opinioni riguardo la concorrenza nel mercato dell'Ue, Morganti ha voluto segnalare come i prezzi dell'assicurazione auto in Italia nell'ultimo decennio siano cresciuti più che nel resto d'Europa, con un ritmo negli aumenti che ha oscillato tra il 4 e il 6% annuo. Si tratta di una cifra che "è oltre sei volte quella della Germania, cinque volte quelle di Francia ed Olanda e poco meno del doppio rispetto al ritmo di incremento spagnolo". L'eurodeputato italiano ha poi voluto precisare come la situazione sia anche peggiorata nell'ultimo anno, in cui si è verificato "un aumento eccezionale dei costi del 25%, per l'assicurazione auto e del 35% per l'assicurazione dei motocicli'".

Già nelle settimane precedenti Morganti aveva sollevato il problema del caro assicurazione auto al titolare del mercato interno, Michel Barnier, tuttavia, proprio da questo è arrivata una risposta che non sembra tenere sufficientemente conto del problema. Barnier ha infatti voluto precisare che in Italia ci sono ''numerose compagnie'' sia italiane che straniere ''che offrono i propri servizi nel nostro Paese, con la conseguente crescita di concorrenza sul mercato nazionale''.

Da quanto emerso anche dai dati del Centro Studi Auto Aziendali, però, gli aumenti spropositati dei prezzi delle assicurazioni auto proposti dalle compagnie sembrano smentire le parole di Barnier. Inoltre, come precisato da Morganti, "a fare la concorrenza non è solo la quantità, ma anche e soprattutto di qualità" delle offerte delle società sul mercato ed è forse proprio questa che mancherebbe nel nostro Paese, con conseguenze dannose per tutti gli automobilisti che continuano a vedere aumenti dei loro premi di assicurazione auto.

In attesa che questa situazione veda un impegno risolutivo da parte dei Governi, per cercare di risparmiare sull'assicurazione auto, gli automobilisti possono orientarsi tra le offerte presenti sul mercato con l'aiuto del servizio di comparazione di SuperMoney, che mette a confronto le proposte di molte società del settore e che permette di scegliere tra le assicurazioni tradizionali e le assicurazioni on line più convenienti e adatte alle esigenze di ciascuno.