Quando si mettono al volante, gli automobilisti italiani sono piuttosto ansiosi: secondo un'indagine del Centro Studi e Documentazione della compagnia di assicurazioni on line Direct Line il 91% dei guidatori ammette di avere delle paure e dei piccoli turbamenti riguardanti la guida, mentre solo il 9% si sente sicuro mentre è al volante della propria auto.

A cosa sono dovuti tutte queste paure e insicurezze? Generalmente non si tratta di poca di fiducia nelle proprie capacità (2%), bensì in quella degli altri automobilisti (29%), soprattutto di coloro che parlano al telefonino o di chi non rispetta i limiti di velocità. La paura maggiore (56%), pare essere quella di investire inavvertitamente un pedone, mentre il 17% degli intervistati teme di rimanere con l'auto in panne in luoghi isolati e difficili da raggiungere.

Per contrastare questi timori, la prima cosa da fare è dotarsi di un'assicurazione auto che - se non può prevenire gli incidenti - può almeno tutelare il guidatore contro i danni che potrebbe causare; scegliendo accuratamente le garanzie accessorie della polizza auto è possibile estendere la copertura assicurativa a un gran numero di eventi, per esempio ottenendo assistenza legale in caso di sinistro, oppure assistenza tecnica gratuita nel caso di guasti al veicolo lontano da casa.

In generale, secondo la ricerca di Direct Line, pare prevalere tra gli automobilisti l'ansia dovuta alla consapevolezza di non essere gli unici sulla strada e quindi al fatto di essere sempre co-responsabili di quanto accade: questo è sicuramente indice di un atteggiamento virtuoso nella guida da parte degli automobilisti italiani. Il maggior rispetto delle regole della strada sembra aver portato negli ultimi mesi anche a una diminuzione dei sinistri sulla strada, come ha rilevato l'Ania. In particolare si rileva come siano più le donne (62%) a rispettare il codice della strada e quindi a garantire una maggiore sicurezza. I neo-patentati (under 25), appaiono come i meno prudenti alla guida (11%), mentre la percentuale dei "disattenti" scende col passare dell'età (8% tra gli over 45), grazie non solo a una maggiore coscienza, ma anche una maggiore esperienza. A essere motivo di ansia sono anche i fenomeni atmosferici come ghiaccio, nebbia e neve.

L'indagine di Direct Line offre anche uno spaccato a livello regionale: i più sicuri al volante sono milanesi (32%) e torinesi (31%) (sarà forse per questo che il numero di sinistri nel Nord Italia è meno elevato che nelle regioni del Sud?), mentre prestano più attenzione agli altri automobilisti i cagliaritani (71%), i bolognesi (69%) e i romani (65%). Palermitani (15%) e fiorentini (14%) ammettono di sentirsi un po' insicuri alla guida a causa del comportamento degli altri, mentre i bresciani sono i più "spericolati", visto che l'8% dichiara di non curarsi della guida degli altri quando è al volante.