L'assicurazione auto è una spesa che incide in modo pesante sul bilancio di ogni famiglia: per questa ragione, 3,8 milioni di utenti utilizzano il web per effettuare preventivi sull'assicurazione auto.

Fra il 2009 e il 2010, denuncia l'antitrust, l'assicurazione auto è rincarata fino al 25% e, per i motocicli, l'aumento ha sfiorato il 35%. Dal canto loro, le compagnie assicurative giustificano i rincari incolpando i truffatori (il boom delle assicurazioni auto contraffatte è una questione attuale), che raggirano le compagnie "serie" simulando sinistri, e gli evasori.

Antonio Catricalà, il presidente dell'Antitrust, ha parlato di una "tendenza al rialzo continuo" per i premi pagati per l'assicurazione auto. Il costo di un sinistro è aumentato mediamente del 27%, ma al Sud l'incremento sarebbe di quasi il 70% superiore rispetto a quello registrato al Nord per "i maggiori sinistri alla persona liquidati in quell'area". Nella pratica, questi numeri evidenziano che nel Meridione vengono denunciati alle assicurazioni molti incidenti in più e un numero maggiore di lesioni.

"Persistono i limiti di fondo del nostro sistema, nel quale la domanda è ancora poco mobile (risulta che solo il 10% degli assicurati cambi compagnia annualmente) e non c'è adeguata concorrenza tra le compagnie. L'assenza di questi fattori di contesto ha fatto sì che l'indennizzo diretto non riuscisse a suscitare nelle compagnie i corretti incentivi affinché tenessero sotto controllo i propri costi", ha dichiarato Catricalà.

Il contesto poco concorrenziale è ormai un dato di fatto, e per le assicurazioni "è più agevole scaricare sui premi i maggiori oneri derivanti da inefficienze di gestione". Catricalà, a titolo esemplificativo, ha tradotto nella pratica il suo discorso: per un 40enne del nord Italia alla guida di un'auto media, il premio è salito di oltre il 20%; per una 65enne del Sud con un'utilitaria il rincaro è del 15-20%; per un 18enne siciliano la polizza di uno scooter cilindrata 50 è salita del 30%.

Il quadro è chiaro: imporre al guidatore tariffe più care risulta la scelta più facile. L'utente, per mettersi al riparo dai continui rincari, può cercare rifugio nelle assicurazioni on line. Grazie a SuperMoney, il portale che permette di valutare le assicurazioni auto di numerose società, è possibile valutare quale tipo di polizza auto scegliere in base alle proprie necessità. Alcune soluzioni interessanti sono proposte da Direct line, leader nel campo delle assicurazioni on line, Genialloyd, compagnia diretta di Allianz, Quixa, parte del gruppo AXA, Dialogo, appartenente al Gruppo Fondiaria-SAI, Genertel, la compagnia on line del Gruppo Generali e tante altre.