Il web, con oltre 35 milioni di italiani che lo utilizzano e 19 milioni di utenti abitualmente su Facebook (anche per informarsi sulle aziende), ha apportato notevoli cambiamenti nella gestione di molte delle pratiche quotidiane e, anche per quanto riguarda l'assicurazione auto, ha fatto sentire la sua presenza importante.

Gli assicurati, infatti, in misura sempre maggiore, si stanno orientando verso i servizi on line, più pratici e rapidi: 3,8 milioni di user effettuano preventivi di assicurazione auto in rete. Il trend in crescita è stato illustrato in occasione della "Giornata Maestro" svoltasi proprio in questi giorni a Milano, e organizzata da Uea (Unione Europea Assicuratori) e Iama Consulting per parlare de "Il cambiamento necessario. Imprese ed intermediari di fronte ai nodi irrisolti dell'economia del paese e del mercato assicurativo".

Il campione preso in esame da Iama, nell'ambito dell'indagine "I protagonisti e i clienti che anticipano il cambiamento", comprende utenti tra i 30 e i 45 anni, in possesso di almeno due polizze rc auto e residenti a Roma, Milano, Napoli, Siena, Verona e Cagliari.

Il 30,5% degli intervistati, prima di sottoscrivere una polizza di assicurazione auto, consulta siti specializzati. La percentuale sale al 52,5 tra i clienti "high tech", ovvero quelli più inclini all'utilizzo di internet.

In accordo con quanto emerso dalla ricerca, il numero di utenti orientati all'acquisto di assicurazioni on line è destinato a crescere dal 10,2 al 27,7%, anche se, ancora in molti, soprattutto per denunciare un sinistro, preferiscono rivolgersi alla più rassicurante figura dell'agente. Tuttavia, i clienti "High tech" trasferirebbero al web alcuni servizi, in particolare le informazioni sullo stato del sinistro e il pagamento della polizza.

L'assicuratore, dal canto suo, potrebbe supportare questi cambiamenti con una maggiore informatizzazione, ma lo sviluppo del business delle assicurazioni on line è fortemente connesso anche al rafforzamento della spinta commerciale: nell'ultimo anno il 71,3 % dei clienti dichiara di non aver ricevuto offerte commerciali di tipo assicurativo.

Il panorama dell'assicurazione auto si sta modificando sotto l'effetto di una massiva riorganizzazione delle rete agenziali: nel 2010 le agenzie sono calate da 15.094 a 14.664, con una contrazione più marcata nel sud del Paese. Il trend negativo ha investito anche la redditività delle agenzie (-22,1% tra 2007 e 2010).

Alla base di questa flessione, secondo l'indagine di Iama, ci sarebbe l'inefficienza dell'attuale modello agenziale: la gestione interna, infatti, assorbe il 63,2% del tempo di lavoro e il 71% dei costi, riservando solamente il resto alle attività di vendita e alla relazione con il cliente, sicuramente trascurata.

"Occorre riposizionare le agenzie su business ad alto valore e sui bisogni sociali emergenti", ha affermato Fabio Orsi, consulente di Iama Consulting. - "Integrando i processi e il ciclo di marketing. In particolare, è necessario arricchire i servizi on line. Infine, è auspicabile un nuovo marketing relazionale che affronti la sfida dei social network".

"Oggi stiamo subendo il cambiamento", ha dichiarato Filippo Gariglio, presidente di Uea, "mentre dovremmo governarlo. Per questo abbiamo di fronte una strada obbligata: fare sistema, senza scaricare sempre le colpe sugli altri. Ma non si può pensare di sostituire l'agente con il web, come talvolta hanno cercato di fare le compagnie, se non per alcune operazioni burocratiche. Sarebbe come farsi una diagnosi on line, senza passare dal medico".

In un mercato così dinamico, orientarsi nella scelta della polizza rca più vantaggiosa, molte volte, diventa un'impresa non facile. Se desiderate avere una panoramica delle offerte di assicurazione auto e assicurazioni on line attualmente disponibili sul mercato, è possibile utilizzare SuperMoney, il portale per il confronto delle assicurazioni on line, che permette di valutare i preventivi di 20 società assicurative, tra cui: Dialogo, Linear, Direct Line, Genialloyd, Zurich Connect, Quixa e moltissime altre, e di scegliere quella più adatta alle proprie necessità.