Chi possiede auto storiche o veicoli "antichi" di qualsiasi genere ha diritto ad agevolazioni particolari per quanto riguarda l'rca . Nella categoria "auto d'epoca" sono inserite tutte quelle vetture che hanno oltre 20 anni di vita; un periodo che parte dalla data di costruzione dell'auto e non da quella della sua immatricolazione.

Oltre all'età anagrafica, per ottenere gli sgravi sull'assicurazione auto, è necessario iscrivere l'autovettura al registro ASI (Auto Storiche Italiane). L'iscrizione costa 41 euro, ma non avviene direttamente: un'associazione di auto storiche, che a sua volta faccia parte della federazione ASI, vi consentirà di finalizzare la registrazione. Affinchè l'ASI accetti la richiesta (per valide ragioni può rifiutarsi di farlo), è obbligatorio inviare delle foto che attestino il buono stato del veicolo.

Tra i vantaggi offerti dalle polizze assicurative per le auto storiche, c'è la classe di merito fissa, quindi estranea al sistema bonus malus; la guida libera inclusa nel prezzo, che consente a chiunque di guidare l'auto e, come ulteriore vantaggio, le auto d'epoca non pagano il bollo, ma solo la tassa di circolazione. Buone notizie anche per chi possiede una collezione di auto storiche: esistono le cosiddette "formule garage", che permettono di assicurare tutto il parco macchine a condizioni vantaggiose. Un'ulteriore opzione è disponibile per allargare la polizza rca alle auto storiche che partecipano anche a manifestazioni non competitive e a sfilate di tipo sportivo.

La stipula della polizza auto a proprio nome, per un'auto d'epoca, però, può essere effettuata dai 23 anni in su.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.