L'associazione delle imprese assicuratrici contesta i dati Istat che parlano di un aumento. Il trend al ribasso emerge anche dagli studi di Supermoney Ma i premi della Rc Auto sono aumentati o diminuiti? Secondo l'ultimo rapporto presentato oggi dall'Ania, l'associazione nazionale delle compagnie assicuratrici, il costo del premio per il consumatore è diminuito dell' 11,8% negli ultimi 5 anni e del 3,9% solo nel 2009. Un dato che però non trova conferma nelle rilevazioni periodiche dell'Istat, da cui emerge invece un aumento del 2,9% solo nell'ultimo anno.

Il motivo di una divergenza così evidente sarebbe dovuto, secondo l'Ania, al metodo di calcolo dell'Istat, che non tiene conto di fattori quali i bonus per gli assicurati e gli effetti delle clausole bonus-malus sul premio finale.

Il limite principale delle rilevazioni Istat è che non tengono conto della possibilità per un consumatore di cambiare compagnia assicurativa e scegliere quella più conveniente sul mercato. Secondo alcune indagini campionarie ogni anno oltre il 10% degli interessati cambia compagnia.
I dubbi segnalati dall'Ania trovano inoltre conferma negli studi di Supermoney, il primo portale italiano per il confronto delle tariffe, da cui è emersa la possibilità di un risparmio superiore al 60% sul premio dell'Rc auto.Una scelta accurata sulla compagnia a cui affidare il proprio veicolo infatti, può garantire risparmi fino al 67% all'interno della stessa categoria di assicurato, come hanno dimostrato i nostri studi.

Gli automobilisti che intendono risparmiare sul premio della Rc auto possono quindi affidarsi al sistema di confrontoassicurazioni Rc auto di Supermoney. Attraverso il servizio offerto gratuitamente da Supermoney è possibile scoprire l'offerta più conveniente tra quelle proposte da 17 compagnie diverse.
Leggi l'articolo anche su Chiarezza

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.