Che i cittadini italiani si rivolgano sempre più spesso alle compagnie d'assicurazione auto online è ormai un dato di fatto. A favorire tale situazione sono senz'altro le condizioni vantaggiose in termini pratici ed economici che le assicurazioni online offrono; ma non sempre le assicurazioni online rispettano in modo adeguato le richieste di trasparenza dei clienti che a loro si affidano. Per questo motivo l'Isvap (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo) si è sentito in dovere di intervenire per mettere a punto delle regole per le assicurazioni online che normano, quindi, anche l'operato delle assicurazioni auto online.

Molto frequentemente le compagnie d'assicurazione auto online adottano metodi discriminatori nei confronti dei clienti. Attraverso l'utilizzo di appositi sistemi telematici e telefonici di filtraggio, è sempre stato possibile per le assicurazioni online bloccare i residenti in una precisa provincia, impedire loro di contattare un numero verde o di raggiungere il sito dove richiedere il preventivo.

Con l'entrata in vigore delle nuove norme, il contatto telefonico o via internet non dovrà avere nessun tipo di filtro e dovrà, quindi, portare il cliente fino all'elaborazione del preventivo della polizza auto online e alla firma di un contratto per ogni tipologia di rischio. I clienti saranno invitati a segnalare all'Isvap la presenza di eventuali filtri. In caso gli organi di controllo rilevino la responsabilità della compagnia di assicurazioni auto online, questa sarà punita con una multa da 1500 a 4500 euro (sanzione che potrà arrivare fino a ben 5 milioni di euro, in caso dell'accertamento di una maxi-violazione).

Il fulcro del regolamento consiste nelle norme che impongono a chi vende polizze online di servirsi di addetti più preparati nei call center e di vietare la disposizione di filtri telefonici e telematici a scapito dei clienti insoddisfatti. Una particolare attenzione, inoltre, è dedicata alla predisposizione di un più complesso sistema d'informazione del cliente che dovrà essere favorito, nel momento di firmare il contratto dell'assicurazione auto online, in modo tale da garantire l'assenza di punti oscuri. Sono destinati a terminare anche i giorni in cui si otterrà dai call center una risposta non esaustiva alle domande. In base alle indicazioni dell'Isvap, le compagnie saranno obbligate a formare gli operatori per rispondere a tutti i quesiti dei clienti.

La responsabilità degli addetti sarà imputabile totalmente alle compagnie di assicurazione online che dovranno provvedere costantemente all'aggiornamento dei loro operatori. Entro il 15 luglio, giorno in cui le compagnie assicurative online saranno obbligate a seguire i dettami dell'Isvap, l'istituto avrà l'onere di divulgare anche un decalogo per il consumatore, in cui saranno indicate alcune regole di buon senso da rispettare. Tra queste indicazioni si troveranno l'obbligatorietà del preventivo e dell'esplicito consenso del cliente prima della vendita; il diritto a ricevere il fascicolo informativo prima della conclusione del contratto; la possibilità di contattare il responsabile del call center.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.