Rinnovi e polizze rca a confronto: quasi due milioni di automobilisti italiani alle prese con l'assicurazione rca dell'anno nuovo dovranno cambiare classe di merito in seguito a incidenti avvenuti nei precedenti 12 mesi.

Da una recente ricerca Tns ad aver presentato il maggior numero di denunce per incidente con colpa sono stati gli automobilisti toscani, con percentuale del 6.65%, seguiti da quelli laziali al 5.88% e dai liguri a quota 5.82%. Indispensabile considerare che il cambiamento della classe di merito si caratterizza con una matematica corrispondenza con un aumento del premio annuo, fermo restando il mantenimento della stessa compagnia assicurativa.

Ecco che entra in campo il confronto strategico: valutando le diverse proposte di rca, infatti, è possibile identificare, anche con il cambio della classe, proposte di polizze auto più vantaggiose. Sempre secondo l'indagine Tns il 66% degli automobilisti si è trovato, nel corso dell'anno, coinvolto in un sinistro stradale e una quota di oltre 1.500.000 assicurati ha preferito pagare in prima persona, piuttosto che rivolgersi alla compagnia titolare della rca. Il timore di un cambio della classe di merito è sempre più controproducente, grazie al confronto tra polizze rca concorrenti, infatti, si individuano proposte vantaggiose che evidenziano come la spesa autogestita sia in media il doppio del potenziale aumento del premio.

Indiscutibile il fatto che non esista la polizza rca migliore in valore assoluto, è necessario, infatti, valutare le proprie esigenze, le abitudini di guida, le caratteristiche del veicolo da assicurare e, grazie a un confronto personalizzato, completo e intelligente, identificare la propria rca ideale. Il confronto tra polizze, quindi, è la strategia infallibile per rendere possibile un stipula rca che garantisca un risparmio tangibile.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.