SuperMoney
NUMERO VERDE 800 032424

Legge Bersani: la guida di SuperMoney

Ti siamo stati utili?
Raccomandaci
su Google

Come usufruire della legge Bersani

La Legge Bersani (n. 40/2007) disciplina alcuni settori, tra cui quello dell'assicurazione auto, fissando delle norme per la tutela dei consumatori e la promozione della concorrenza.

La sezione più conosciuta della Legge Bersani riguarda la possibilità di utilizzare la classe di merito più bassa fra quelle dei membri del proprio nucleo familiare. Per esempio un neopatentato diciottenne, che dovrebbe stipulare una polizza con la classe di merito d'ingresso CU 14 per un'auto nuova, può usufruire della classe di merito di uno dei genitori per il preventivo assicurazione della nuova polizza, pagando così un premio assicurativo inferiore.

Le regole della Bersani:

  • il passaggio può avvenire solo tra persone con la stessa residenza, ossia appartenenti al medesimo stato di famiglia;
  • l'auto alla quale si applica la nuova polizza dev'essere nuova o usata (in questo caso il passaggio di proprietà dev'essere già formalizzato. In ogni caso, dev'essere una vettura che si aggiunge a quelle già presenti in famiglia;
  • l'immatricolazione o il passaggio di proprietà devono essere avvenuti negli ultimi 12 mesi;
  • si applica solo a veicoli da assicurare per la prima volta;
  • il veicolo assicurato e quello da cui si importa la classe di merito devono essere intestati a persone fisiche e destinati ad uso privato, non aziendale;
  • il passaggio della classe di merito può applicarsi anche per più veicoli, purché si rispettino le condizioni precedenti.

Non ci si può avvalere della Legge Bersani se:

  • si stipula un nuovo contratto per un'auto assicurata in precedenza, senza che sia stato formalizzato il passaggio di proprietà;
  • l'attestato di rischio è scaduto da più 5 anni;
  • il veicolo di cui si eredita la classe di merito è diverso da quello nuovo (per esempio, una moto non può essere assicurata con la CU di un'auto).

Altre misure contenute nella Bersani:

  • il mantenimento della stessa classe di merito dell'ultimo contratto al momento della stipula di una nuova polizza (sia per una nuova auto che nel caso in cui l'attestato di rischio sia scaduto);
  • l'impossibilità della modifica della classe di merito da parte della compagnia finché non si accertino con esattezza le colpe dell'assicurato durante il sinistro;
  • il dovere per le compagnie assicurative di garantire al cliente la massima trasparenza riguardo al cambiamento della classe di merito a suo sfavore;
  • il divieto per le compagnie di stipulare contratti pluriennali. Il contraente può decidere di non rinnovare la sua polizza auto alla scadenza dei 12 mesi, senza che per questo gli siano addebitate penali di alcun genere.

Scopri di più sulle maggiori compagnie

Assicurazione auto: le ultime news

Polizze Rca, permangono le discriminazioni territoriali

19-12-2014

Troppe differenze di prezzo fra le polizze Rca, costi più salati al Sud e per gli stranieri. La denuncia di IVASS

Supermoney News

Auto elettriche, cosa succederà nei prossimi anni?

18-12-2014

I costi delle auto elettriche sono ancora piuttosto elevati, ma suscitano un grande interesse negli automobilisti

Supermoney News

Polizze auto in calo, ma le nostre Rca restano le più care

17-12-2014

Gli italiani spendono in media 238 euro in più di un cittadino UE. Polizze auto in calo dell'1,6% ma costi restano alti

Supermoney News