Clausola di esclusione e diritto di rivalsa: la guida di SuperMoney

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

La clausola di esclusione e il diritto di rivalsa

La clausola di esclusione definisce le limitazioni previste dal contratto assicurativo sulla copertura da parte della stessa assicurazione auto in caso di incidente.

Di fatto con la clausola di esclusione la compagnia assicuratrice elenca i casi in cui non garantisce il risarcimento danni causati dall’assicurato.

Le compagnie in realtà sono tenute all’indennizzo delle terze parti coinvolte nel sinistro, ma possono avvalersi del diritto di rivalsa sull'assicurato, che, in questo caso, sarebbe obbligato a restituire una parte o l'intero ammontare della somma pagata dell'assicurazione a copertura dei danneggiamenti.

I casi più comuni previsti nella clausola di esclusione sono: guida in stato di ebbrezza, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti senza patente (o con patente scaduta), guida di un veicolo con motore truccato o con pneumatici non omologati

In alcuni casi la clausola di esclusione si applica anche nei casi in cui alla guida ci sia un conducente diverso da quello indicato nel contratto di assicurazione auto, di un conducente con età inferiore a quella prestabilita da contratto.

Si può richiedere alla stipula della polizza assicurativa la rinuncia alla rivalsa, da parte dell'assicurazione per ogni caso violato ed è altresì possibile prevedere la limitazione del diritto di rivalsa ad un importo massimo predefinito.

Non rinnovare passivamente l’assicurazione Rc auto in scadenza ma cerca di avere prima un’idea chiara delle offerte presenti sul mercato.

Risparmia subito facendo un preventivo rc auto con le migliori compagnie >>

Leggi tutti i commenti