Assicurazione auto scaduta: cosa comporta?

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Quali conseguenze per chi circola con la polizza scaduta?

Guidare con l’assicurazione auto scaduta è un’infrazione al Codice della Strada. La Legge prevede che, per poter circolare liberamente o sostare su suolo pubblico, un veicolo debba obbligatoriamente essere coperto dalla polizza Responsabilità Civile Autoveicoli. In caso di sinistro stradale con colpa, è proprio questa garanzia ad assicurare alla controparte il risarcimento dovuto.

Attualmente in Italia vi sono quasi 4 milioni di auto senza assicurazione: la maggior parte sono automobilisti disonesti, ma in una piccola percentuale di casi si tratta di semplice dimenticanza. Circolare con l’assicurazione scaduta può capitare, magari perché ci si è semplicemente dimenticati di rinnovarla. Tuttavia, trascorse due settimane di tolleranza dalla data di scadenza, le conseguenze per chi guida con la polizza non più valida sono molto pesanti.

 

Polizza auto scaduta da pochi giorni: c’è un periodo di tolleranza

Se la tua assicurazione auto è scaduta da 1 o 2 giorni, non preoccuparti, sei ancora in tempo per rimediare senza gravi conseguenze. Esiste infatti un periodo di tolleranza di 15 giorni durante il quale la copertura assicurativa viene garantita comunque dalla vecchia compagnia, anche se ti sei dimenticato di rinnovare la polizza. Se invece stai guidando con una polizza auto scaduta da 16 giorni o più, le conseguenze possono essere molto spiacevoli (sanzioni salatissime e sequestro immediato del veicolo).

 

Sanzioni per polizza auto scaduta

In base a quanto stabilito dall’articolo 193 del Codice della Strada per chi circola con l’assicurazione auto scaduta è previsto innanzitutto il sequestro del veicolo. Un carro attrezzi si occuperà del trasferimento della vettura non assicurata presso un deposito sicuro, che solo in casi particolari può essere concordato con il trasgressore.

Inoltre, se guidi senza polizza auto rischi sanzioni tra gli 841€ e i 3.287€. La multa è ridotta ad un quarto se scegli di far demolire il veicolo entro 30 giorni dalla data di contestazione della violazione. In questo caso, ti verrà riconsegnato il mezzo con i relativi documenti, ma solo ed esclusivamente per le operazioni di demolizione dell’auto e dopo che avrai pagato una cauzione pari alla sanzione minima prevista (841€). Una volta demolito il mezzo, la cauzione ti verrà restituita, fatta eccezione per il 25% dell’importo minimo (ca. 210€) che sarà trattenuta come sanzione amministrativa pecuniaria.

In alternativa, puoi pagare la sanzione di 841€ e le spese di prelievo, trasporto e custodia del veicolo sequestrato per riaverlo indietro, ma solo se contestualmente rinnovi la polizza auto scaduta per almeno sei mesi.

 

Assicurazione auto scaduta: rischiano la multa anche le auto parcheggiate?

La risposta è sì. Anche per poter rimanere parcheggiate su suolo pubblico le auto devono necessariamente essere coperte da una polizza di Responsabilità Civile Autoveicoli. In mancanza di tale copertura, un’auto parcheggiata subirà la stessa sorte di una circolante (sequestro e sanzione per il conducente). Se possiedi una vecchia auto senza assicurazione devi quindi custodirla in un luogo privato, non aperto alla pubblica circolazione (es. box privato).

 

Dematerializzazione del contrassegno e controlli telematici

Come saprai, dal 18 ottobre 2015 non è più obbligatorio esporre il contrassegno giallo di assicurazione sul parabrezza dell’auto. Anche i controlli diventano quindi telematici, grazie a strumenti capaci di leggere le targhe dei veicoli, confrontarle immediatamente con il database della Motorizzazione e inviare un riscontro rapido ad una pattuglia a poca distanza che provvede subito a fermare la macchina non in regola. Ergo, individuare le auto senza assicurazione sarà molto più semplice, per cui meglio ricordarsi di rinnovare per tempo la propria polizza auto!

Leggi tutti i commenti